Seminari e Ritiri: 2014

15 - 16 FEBBRAIO 2014
INTRODUZIONE AL BUDDHISMO – LE DUE VERITA’

Insegnamenti del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Buddha ha spiegato che tutto ciò che esiste è privo di un'esistenza intrinseca, indipendente. Questo però non significa che nulla esiste, ma che ogni fenomeno è dipendente da altro. Questa duplice caratteristica è costantemente presente. Nel momento in cui una mente si focalizza sull'apparenza del fenomeno, questa non coincide con il suo modo ultimo di esistere ed è pertanto definita verità convenzionale. Quando invece la mente riesce a focalizzarsi sulla natura ultima, l'assenza di esistenza intrinseca, questa è verità ultima.
La conoscenza di questi due aspetti della realtà è alla base del percorso spirituale buddhista, che si articola nelle pratiche del metodo, che agiscono sull'aspetto di interdipendenza, e nella coltivazione della saggezza, che analizza la vacuità.

 

DOMENICA 2 MARZO 2014
LOSAR

In questo giorno, secondo il calendario tibetano inizia l'anno 2141 del cavallo-legno. È una giornata da dedicare sia alle preghiere e pratiche di buon auspicio - sopratutto per la lunga vita dei Maestri e la diffusione del Dharma - sia ai festeggiamenti e agli auguri.

 

SABATO 15 MARZO 2014
INIZIAZIONE DI MANJUSHRI BIANCO E TRAMISSIONE ORALE DEI NOMI DI MANJUSHRI

Conferita dal Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Manjushri è una Divinità, manifestazione della saggezza di Buddha. L'iniziazione consiste nella trasmissione dell'energia illuminata dal Maestro – che appartiene a un lignaggio ininterrotto - al discepolo, il quale, grazie a ciò, può applicarsi alle tecniche meditative che aiutano a sviluppare le qualità della Divinità. Oltre all'iniziazione, Rinpoce conferirà anche la trasmissione orale del testo che contiene i Nomi di Manjushri. Sia la recitazione di questo testo, sia la meditazione di Manjushri bianco sono pratiche che aiutano a sviluppare la memoria.

 

DOMENICA 16 MARZO 2014
ADDESTRAMENTO MENTALE IN 7 PUNTI - TERZA PARTE.

Insegnamenti del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Prosegue il commentario al testo composto da Ghesce Cekawa (Maestro Kadampa del XII secolo), contenente una serie di istruzioni che permettono di trasformare qualsiasi avversità della propria vita in strumenti per la crescita interiore rivolta alla generazione della mente dell’Illuminazione. Un insegnamento di particolare beneficio in un’epoca come la nostra, caratterizzata da un aumento di difficoltà, sofferenze e negatività, sia interiori, sia esteriori.

 

29 e 30 MARZO 2014
COMMENTARIO ALLA GA DEN LHA GHIA MA

Insegnamenti del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

La meditazione del Guru Yoga è definita “la vita del sentiero”. Il Guru (Maestro spirituale), infatti, è colui che non solo dà gli insegnamenti per ottenere l’Illuminazione, ma si prende cura del discepolo in ogni momento del percorso spirituale. Nel Guru Yoga, ricordando la gentilezza del Maestro, lo si riconosce come manifestazione di Buddha e in relazione a lui si compiono pratiche di accumulo di meriti e di purificazione. La meditazione della Gaden Lha Ghiama è il Guru Yoga in relazione a Lama Tzong Khapa, grande erudito, mistico, meditatore tibetano vissuto nel XIV secolo fondatore della scuola Ghelugpa, a cui appartiene il nostro Istituto.

 

12 - 13 APRILE 2014
NĀGĀRJUNA - LETTERA AD UN AMICO - V PARTE

Insegnamenti del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Prosegue il commentario a quest'opera che Nāgārjuna (celebre erudito vissuto nel I secolo in India, autore di numerosi commentari sulla scuola Madhyamika) scrisse in forma di lettera al suo amico, il Re Decio Sangpo, per spiegargli come integrare i valori spirituali con la vita quotidiana. Esaminando le quattro Nobili Verità e le sei Perfezioni, Nāgārjuna descrive, in maniera logica e in forma poetica, i vari passaggi dell'esperienza interiore che conducono allo stato di Buddha, fornendo così una presentazione dell'intera pratica del sentiero buddhista. È un insegnamento di particolare interesse per coloro che desiderano coltivare una pratica spirituale pur continuando a lavorare e vivere nella società.
Durante l'incontro precedente è stato commentato il testo fino alla strofa 61.

 

25 – 26 - 27 APRILE 2014
RITIRO DI VAJRASATTVA

Guidato dal Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Da un tempo senza inizio, nel corso delle nostre innumerevoli vite, sulla spinta dei difetti mentali, abbiamo compiuto un grande numero di azioni non virtuose. Le impronte di queste rimangono nel nostro continuum mentale e costituiscono potenzialità di esperienze di sofferenza - che potrebbero verificarsi in qualsiasi momento – oltre a impedire una chiara comprensione dei vari aspetti del sentiero spirituale e l’ottenimento della realizzazione. Per questo, è di grande importanza purificare tramite le quattro forze opponenti e gli antidoti specifici, come la meditazione di Vajrasattva, manifestazione della purezza di Buddha.

Il ritiro sarà organizzato in sessioni mattutine e pomeridiane durante le quali si praticherà la meditazione e la recitazione del mantra di Vajrasattva.

 

10 - 11 MAGGIO 2014
ATISHA - "LA LAMPADA SUL SENTIERO CHE PORTA ALLA ILLUMINAZIONE"

Insegnamenti del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Atisha, grande erudito del Monastero di Nalanda, responsabile della seconda grande diffusione del Dharma in Tibet, compose questo testo condensandovi tutto l’insegnamento di Buddha sotto forma di un percorso spirituale strutturato in vari passaggi di meditazione che portano il discepolo a raggiungere stadi sempre più elevati di crescita interiore, fino all’Illuminazione finale.

 

24 MAGGIO 2014 
ATISHA - "LA LAMPADA SUL SENTIERO CHE PORTA ALLA ILLUMINAZIONE" (PARTE 2)

Insegnamenti del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Atisha, grande erudito del Monastero di Nalanda, responsabile della seconda grande diffusione del Dharma in Tibet, compose questo testo condensandovi tutto l’insegnamento di Buddha sotto forma di un percorso spirituale strutturato in vari passaggi di meditazione che portano il discepolo a raggiungere stadi sempre più elevati di crescita interiore, fino all’Illuminazione finale.

 

25 MAGGIO 2014
CELEBRAZIONE DEL VESAK - Nascita, Illuminazione e Paranirvana di Buddha

Insegnamenti del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Rinpoche darà insegnamento su "Jataka" Le vite precedenti del Buddha, a seguire la cerimonia del Vesak con l'offerta dello Tzog.

 

INSEGNAMENTO ANNULLATO: 24 - 25 MAGGIO 2014
SPIEGAZIONE SULLA “LOGICA CHE NEGA I QUATTRO ESTREMI DEL SORGERE” SECONDO IL MADHYAMIKA

Insegnamenti del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Questo insegnamento, che deriva da Chandrakirti, consiste nell'esaminare le quattro possibilità di esistenza dei fenomeni. Analizzando se sono nati da sé, nati da altri, nati da entrambi o senza nascita, si arriva a capire come essi non possono esistere intrinsecamente, realizzando così la vacuità.

 

7 GIUGNO 2014
COMMENTARIO AL TESTO “LODE ALLE 21 TARA”

Insegnamenti del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Tara, Divinità femminile, è la manifestazione dell'energia illuminata. Aiuta a superare gli ostacoli alla pratica spirituale, manifestandosi in molti modi, in accordo alle inclinazioni e alle necessità del meditante. Con la Lode alle ventuno Tara si rende omaggio a Tara nei suoi vari aspetti, richiedendone le benedizioni.

 

8 GIUGNO 2014
INIZIAZIONE DI TARA BIANCA DELLA LUNGA VITA

Conferita dal Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

La meditazione di Tara bianca permette di disperdere gli ostacoli alla lunga vita.

 

2 - 10 AGOSTO 2014
RITIRO DEL LAMRIM – V PARTE SHI.NE E LAG.TONG

Condotto dal Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Il consueto ritiro estivo sul Lam Rim tratterà quest'anno le tecniche di meditazione di Samatha e Vipassana (Shiné e Lagtong), che consistono nella combinazione della concentrazione con l'analisi, che porta ad avere una comprensione intuitiva della realtà. Come negli anni precedenti, il ritiro sarà strutturato in varie sessioni di pratica intensiva sotto la guida di Rinpoche, alternando l’ascolto alla meditazione al fine di ottenere un’autentica esperienza..

 

4 - 5 OTTOBRE  2014
Le Quattro Nobili Verità con le sedici divisioni

Insegnamenti del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Le Quattro Nobili Verità - sofferenza, origine, cessazione e sentiero - vengono spiegate analizzando per ognuna di esse quattro aspetti che permettono di capirle in maniera approfondita.

 

18 - 19 OTTOBRE 2014
I quattro fondamenti della presenza mentale (quattro consapevolezze ravvicinate)

Insegnamenti del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Le consapevolezze del corpo, della sensazione, della mente e dei fenomeni vengono praticate allo scopo di acquisire e sviluppare gradualmente la capacità di introspezione e di controllo della mente.

 

15 - 16 NOVEMBRE 2014
Hayagriva: Iniziazione molto segreta delle 9 divinità

Insegnamenti del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Hayagriva è l'aspetto irato di Avalokitesvara, il Buddha della compassione. È una divinità del Mahanuttarayogatantra, quarta classe del Tantra, la cui pratica aiuta a superare ostacoli e forze negative. Miglior pratica sarebbe recitare la sadana di Hayagriva dopo aver ricevuto l'iniziazione ma, eccezionalmente, il Ven. Tenzin Khenrab Rinpoche darà solo l'impegno della recitazione di una mala al giorno del mantra di Hayagriva.

Esistono diversi lignaggi e questa iniziazione appartiene al più vecchio, ovvero quello della tradizione Nyingmapa. È molto profonda ed è la più segreta tra tutte le iniziazione segrete. 

 

29 e 30 NOVEMBRE 2014
Commentario alla Lettera ad un amico di Nagarjuna - VI parte

Insegnamenti del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Prosegue il commentario a quest'opera che Nāgārjuna (celebre erudito vissuto nel I secolo in India, autore di numerosi commentari sulla scuola Madhyamika) scrisse in forma di lettera al suo amico, il Re Decio Sangpo, per spiegargli come integrare i valori spirituali con la vita quotidiana. Esaminando le quattro Nobili Verità e le sei Perfezioni, Nāgārjuna descrive, in maniera logica e in forma poetica, i vari passaggi dell'esperienza interiore che conducono allo stato di Buddha, fornendo così una presentazione dell'intera pratica del sentiero buddhista. È un insegnamento di particolare interesse per coloro che desiderano coltivare una pratica spirituale pur continuando a lavorare e vivere nella società.

Durante gli incontri precedenti il testo è stato commentato fino alla strofa 83.

 

Seminari e Ritiri: 2015

14 - 15 Febbraio 2015
Ruota delle Armi Taglienti

Insegnamenti del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Questo insegnamento è un commentario al testo La Ruota delle armi taglienti che colpisce il cuore del nemico, composto dal grande Yoghi Dharmarakshita durante un ritiro nella giungla. Il nemico a cui ci si riferisce è l'egoismo e la mente che si afferra al sé, che sono la radice di tutte le afflizioni. Questo testo mostra nel dettaglio come gli esseri vengano forzati da queste due attitudini a commettere innumerevoli azioni negative, il cui risultato è la sofferenza. Tramite la comprensione di ciò e l’applicazione degli antidoti della mente di Bodhicitta convenzionale ed ultima, possiamo liberare noi stessi e gli altri dall’esistenza ciclica.

 

22 Febbraio 2015
Losar

Celebrazione del capodanno tibetano

L’effettivo capodanno Tibetano è Giovedì 19 Febbraio, inizio dell’anno 2142 della pecora di legno.

Domenica ci troveremo per pregare per la lunga vita dei nostri Maestri e per il diffondersi del Dharma, oltre che per festeggiare e scambiarci gli auguri.

 

28 Febbraio 2015
Commentario al testo 'Lettera ad un Amico' di Nagarjuna

Insegnamenti del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Questo testo fu composto dal Pandit Nagarjuna per il suo amico Decho Sangpo e contiene una profonda spiegazione dell’intero percorso Buddhista verso l’illuminazione e preziosi consigli su come integrarlo nella vita quotidiana


 

1 Marzo 2015
I dieci più profondi gioielli dei Kadhampa

Insegnamenti del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Questi dieci punti costituiscono l’intelaiatura della pratica Kadampa, una tradizione di puri maestri e praticanti che nacque in Tibet dopo Atisha. Questi punti vengono suddivisi in tre categorie generali: quattro accettazioni fiduciose, tre convincimenti vajra e tre atteggiamenti maturi, che insieme ci aiutano a superare le otto preoccupazioni mondane e a rendere pura la nostra pratica del Dharma.

 

14 - 15 Marzo 2015
Vacuità e Interdipendenza

Insegnamenti del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

C’è una stretta relazione tra vacuità ed interdipendenza; sono la natura di tutti i fenomeni esistenti. Attraverso la comprensione dell’interdipendenza dei fenomeni si può comprendere la vacuità, mentre essendo consapevoli della natura vuota dei fenomeni arriviamo a capire che essi esistono solo dipendentemente

 

28 - 29 Marzo 2015
Commentario al 'Sutra del Cuore'

Insegnamenti del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Questo è un famoso discorso di Buddha Shakyamuni che contiene l’essenza delle spiegazioni sulla Perfezione della Saggezza (Prajnaparamita), argomento che abbraccia le diverse categorie dei fenomeni, come la persona stessa, spiegando come tutti i fenomeni siano vuoti di un’intrinseca natura

 

11 Aprile 2015
La ruota delle armi taglienti (II° parte)

Insegnamenti del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Prosegue il commentario al testo La ruota delle armi taglienti che colpisce il cuore del nemico, composto dal grande yoghi Dharmarakshita durante un ritiro nella giungla. Il nemico a cui ci si riferisce è l'egoismo e la mente che si afferra al sé, che sono la radice di tutte le afflizioni.Questo testo mostra nel dettaglio come gli esseri vengano forzati da queste due attitudini a commettere innumerevoli azioni negative, il cui risultato è la sofferenza. Tramite la comprensione di ciò e l'applicazione degli antidoti della mente di Bodhicitta convenzionale ed ultima, possiamo liberare noi stessi e gli altri dall'esistenza ciclica.

 

12 Aprile 2015
Iniziazione di Vajrasattva bianco

Insegnamenti del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Vajrasattva, l'Essere adamantino, è la manifestazione della purezza degli Esseri illuminati. La sua pratica permette di purificare le negatività accumulate in questa vita e in quelle precedenti. Appartiene alla classe del Kriya Tantra, quindi è importante non assumere cibi "neri" (carne, uova, aglio, cipolle, carote) prima dell'iniziazione, quindi sabato a colazione e a pranzo.

 

1 - 2 - 3 Maggio 2015
Ritiro di Sci.Ne.

Guidato dal Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

In questi giorni ci sforzeremo a praticare la meditazione del calmo dimorare attraverso l’applicazione degli otto antidoti ai cinque ostacoli, per arrivare ad un’esperienza concreta nella pratica della concentrazione.

 

16 - 17 Maggio 2015
Morte, Stato Intermedio e Rinascita

Insegnamenti del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Gli esseri senzienti attraversano vita dopo vita questi tre stati senza alcuna libertà. Per spezzare la catena dell’esistenza condizionata è importante sapere come avvengono e come si possono trasformare in una pratica per l’Illuminazione.

 

30 Maggio – 2 Giugno 2015
Ritiro Vajrasattva

Guidato dal Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

A causa di innumerevoli azioni non virtuose che, spinti dalle afflizioni mentali, abbiamo compiuto in questa e in vite precedenti, portiamo con noi una quantità incalcolabile di impronte negative. Queste impronte possono far maturare sofferenze e rinascite negative, ostacolarci  nella comprensione degli aspetti del Sentiero e impedirci di ottenere realizzazioni. Per queste ragioni la purificazione delle negatività è estremamente importante e può essere eseguita attraverso l’applicazione dei quattro antidoti opponenti, combinati con la meditazione di Vajrasattva e la recitazione del suo mantra dalle cento sillabe.

 

14 Giugno 2015
Dakini Tenshug

Cerimonia per la lunga vita

Per rimuovere gli ostacoli per la lunga vita dei Maestri, celebreremo insieme la cerimonia tradizionale, invocando per Loro le benedizioni delle Dakini, in modo da non dover mai essere separati dalle nostre Guide spirituali.

 

1-9 Agosto 2015 - Ghe Pel Ling, Milano
Ritiro di Shar Gom

Guidato dal Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Il ritiro estivo quest’anno sarà incentrato sulla pratica della saggezza della visione di vacuità, combinata con il calmo dimorare. Come consueto, ogni giorno si terranno sessioni al mattino e al pomeriggio, durante le quali si alterneranno spiegazioni e sessioni di meditazione. 

 

10-11 OTTOBRE 2015
INTRODUZIONE AL BUDDHISMO: L’OTTUPLICE SENTIERO

Insegnamenti del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

“E cosa è mai, o monaci, questa via di mezzo realizzata dal Tathāgata, che produce la visione e la conoscenza, e che guida […] al perfetto risveglio, al nirvana? Esso è il Nobile ottuplice sentiero, ovvero la retta visione, la retta intenzione, la retta parola, la retta azione, il retto modo di vivere, il retto sforzo, la retta presenza mentale, la retta concentrazione.” L’Ottuplice Sentiero degli Arya - che viene raffigurato come gli otto raggi della Ruota del Dharma - racchiude tutti gli insegnamenti di Buddha sulle pratiche che devono essere compiute per raggiungere la Liberazione.

 

24-25 OTTOBRE 2015
LA RUOTA DELLE ARMI TAGLIENTI

Insegnamenti del Ven. Lama Tenzin Kherab Rinpoche

Terzo incontro sul commentario al testo La Ruota delle armi taglienti che colpisce il cuore del nemico, composto dal grande Yoghi Dharmarakshita durante un ritiro nella giungla. Il nemico a cui ci si riferisce è l'egoismo e la mente che si afferra al sé, che sono la radice di tutte le afflizioni. Questo testo mostra nel dettaglio come gli esseri vengano forzati da queste due attitudini a commettere innumerevoli azioni negative, il cui risultato è la sofferenza. Tramite la comprensione di ciò e l’applicazione degli antidoti della mente di Bodhicitta convenzionale ed ultima, possiamo liberare noi stessi e gli altri dall’esistenza ciclica. Durante il primo incontro il testo è stato commentato fino alla strofa 32.

 

7-8 NOVEMBRE  2015
COMMENTARIO AL TESTO CANTI DELL’ESPERIENZA SPIRITUALE DI LAMA TZONG KHAPA 

Insegnamenti del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

In questo testo i vari passaggi del sentiero graduale sono esposti da Lama Tzong Khapa sulla base della propria stessa pratica: avendone ottenuto un’autentica esperienza, esorta i praticanti a fare altrettanto al fine di ottenere l’illuminazione.

21-22 NOVEMBRE 2015
BARDO E RINASCITA

Insegnamenti del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Alla fine della vita, la coscienza dell’essere si separa dal corpo ed entra nel bar.do, lo stadio intermedio fra la vita appena cessata e la futura rinascita, la cui forma sarà condizionata dalle impronte delle azioni accumulate in precedenza. È importante conoscere il modo in cui avviene questo processo, quali esperienze si attraverseranno, così da prepararsi sin da ora a creare le cause di una buona rinascita.

 

5-6 DICEMBRE 2015
COMMENTARIO AL TESTO CANTO DELLA MONTAGNA INNEVATA DELL’EST

Insegnamenti del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Questo breve testo, scritto in forma poetica da Ghedun Drup (1394-1475) in ricordo del proprio Maestro, Lama Tzong Khapa, è una commovente lode che ne ricorda le grandi qualità e la gentilezza. È un testo di grande intensità, che viene usato come pratica di devozione al Guru, per consolidare la propria fede.

 

7-8 DICEMBRE 2015
RITIRO DI VIPASSANA

Sotto la guida del Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Durante il ritiro, organizzato in sessioni mattutine e pomeridiane, si avrà la possibilità di approfondire e fare esperienza diretta degli insegnamenti sulla vacuità.

 

Seminari e Ritiri: 2016

14 FEBBRAIO 2016
CELEBRAZIONE DEL LO.SAR.

Secondo il calendario tibetano, il nuovo anno è il 2143 della scimmia di fuoco e inizia il giorno corrispondente all’8 febbraio 2016. Ci ritroveremo per celebrarlo insieme a Rinpoche la domenica successiva, con le consuete cerimonie e festeggiamenti.

 

27 – 28 FEBBRAIO 2016
CANTI DELL’ESPERIENZA SPIRITUALE DI LAMA TZONG KHAPA

Insegnamenti del Ven. Tenzin Khenrab Rinpoche - II parte

In questo testo Lama Tzong Khapa espone i diversi passaggi di cui è costituito il sentiero spirituale buddhista, spiegando come egli stesso si sia applicato nel praticarli ed esortando il discepolo a fare altrettanto. Rinpoche illustra ogni verso con grande accuratezza. Nell’incontro precedente la spiegazione è arrivata al verso n. 20, che completa la parte che riguarda la Rinuncia.

 

12 - 13 MARZO 2016
INTRODUZIONE AL TANTRA 

Insegnamenti del Ven. Tenzin Khenrab Rinpoche

Il Tantra venne insegnato da Buddha Sakyamuni assumendo la forma di Vajradhara, l’essere adamantino. È il sentiero supremo e il più veloce, che permette di ottenere rapidamente l’Illuminazione per il bene degli esseri. Rinpoche spiegherà quali sono i principi sui quali è basato, quali gli aspetti fondamentali e le suddivisioni.

 

26, 27 e 28 MARZO 2016
RITIRO DI VAJRASATTVA

Condotto dal Ven. Tenzin Khenrab Rinpoche

La meditazione di Vajrasattva, con la recitazione del mantra dalle cento sillabe, è una potente pratica di purificazione. Se associata correttamente alle quattro forze o antidoti opponenti, è possibile eliminare le impronte delle azioni negative compiute - sia in questa, sia nelle vite precedenti - che da una parte sono cause potenziali di sofferenza e dall’altra ostacolano il nostro progresso nel cammino spirituale. Poiché da un tempo senza inizio, spinti dalle afflizioni mentali si sono commesse innumerevoli azioni non virtuose, questa pratica è di grande importanza per evitare che queste maturino i propri effetti. Il ritiro è organizzato in sessioni mattutine e pomeridiane, nelle quali si alternano gli insegnamenti di Rinpoche, la meditazione e la recitazione del mantra.

 

9 - 10 APRILE 2016
LA RUOTA DELLE ARMI TAGLIENTI

Commentario del  Ven. Tenzin Khenrab Rinpoche - IV

Il titolo completo di questo testo è La Ruota delle armi taglienti che colpisce il cuore del nemico,dove il nemico è interiore ed è costituito dalla mente egoista e a dall’ignoranza che si afferra al sé, che sono la radice di tutte le afflizioni e di conseguenza di ogni sofferenza. Questo testo mostra nel dettaglio come gli esseri vengano forzati da queste due attitudini a commettere innumerevoli azioni negative, il cui risultato è la sofferenza. Tramite la comprensione di ciò e l’applicazione degli antidoti della mente di Bodhicitta convenzionale ed ultima, possiamo liberare noi stessi e gli altri dall’esistenza ciclica. Negli incontri precedenti il testo è stato commentato fino alla strofa 39.

 

23, 24 e 25 APRILE 2016
RITIRO DI SHINÈ

Condotto dal Ven. Tenzin Khenrab Rinpoche

La realizzazione di Shiné si riferisce alla capacità della mente di restare concentrata univocamente e senza alcuna distrazione su un oggetto per quanto a lungo si desidera. È caratterizzata dalla flessibilità gioiosa di corpo e mente ed è la base sulla quale si sviluppa la meditazione di visione superiore, che porta a realizzare la vacuità. La mente infatti è abitualmente instabile e distratta e non è in grado di focalizzarsi sufficientemente in maniera univoca sul proprio oggetto e per questo non si riesce a progredire nella meditazione. È possibile ottenere questa realizzazione applicandosi alla meditazione nella quale si sviluppano cinque antidoti, che servono per superare otto ostacoli specifici in un processo costituito da nove stadi, così come spiegato da Rinpoche nei commentari precedenti, che saranno rivisti durante le sessioni del ritiro.

 

 

7 - 8 MAGGIO 2016
LA LODE PER FAR GIOIRE GLI ESSERI DI NAGARJUNA*

Commentario del Ven. Tenzin Khenrab Rinpoche

Questo testo di Nagarjuna riprende un passaggio tratto dal Discorso di Buddha ai sedici Grandi Uditori, nel quale si ricorda come la pratica dell’altruismo, del prendersi cura degli altri sia il cuore dell’insegnamento di Buddha: “[…] perciò, se si beneficiano gli esseri senzienti, questa è la migliore offerta che mi si può fare. Il danno fatto agli esseri senzienti è la peggiore offesa che mi si può fare. Poiché io e gli esseri senzienti sperimentiamo felicità e sofferenza allo stesso modo, come può essere mio discepoli chi danneggia gli esseri senzienti?”*

(*Nota: le traduzioni del titolo del testo e della citazione sono provvisorie).

 

 

21 MAGGIO 2016
CELEBRAZIONE DEL SAKADAWA

Sabato 21 maggio si celebra il Sakadawa, l’anniversario della nascita, Illuminazione e parinirvana di Buddha Sakyamuni. In questa giornata particolare le azioni virtuose compiute acquistano maggiore forza, proprio per la particolare connessione con Buddha. In questa occasione, prima dell’alba Rinpoche conferirà gli Otto precetti mahayana, che è una pratica che permette un grande accumulo di meriti e di purificare molte negatività, costituita da impegni da osservare per ventiquattro. Poi, celebreremo insieme la cerimonia dell’offerta.

 

22 MAGGIO 2016
LA VITA DI BUDDHA

Insegnamenti del Ven. Tenzin Khenrab Rinpoche

La vita stessa di Buddha Sakyamuni è di per sé un insegnamento di grande ispirazione: prendendo coscienza della condizione di sofferenza del samsara, Buddha ha abbandonato la vita principesca, dedicandosi alla pratica con grande sforzo, ottenendo l’Illuminazione e infine insegnando con mezzi abili. 

 

4 - 5 GIUGNO 2016
INIZIAZIONE DI HAYAGRIVA

Conferita dal Ven. Tenzin Khenrab Rinpoche

Hayagriva viene definito "Tro.Uo Gyelpo", il Re delle Divinità Irate. È infatti l'aspetto irato di Avalokitesvara, il Buddha della Compassione. È una divinità del Mahanuttarayogatantra la cui pratica dà un’energia speciale che aiuta a superare ostacoli e forze negative. L'iniziazione comporta l'impegno della pratica quotidiana del Guruyoga in sei sessioni.

 

18 GIUGNO 2016
INIZIAZIONE DI TARA BIANCA

Conferita dal Ven. Tenzin Khenrab Rinpoche

Tara bianca è una Divinità femminile dall’aspetto pacifico, la cui pratica ha il potere di disperdere gli ostacoli alla longevità. Per ricevere questa iniziazione è necessario non assumere i cosiddetti cibi neri (cipolla, aglio, uova, pesce, ravanello, carota, bevande alcoliche e carne) nella giornata.

 

19 GIUGNO 2016
CERIMONIA PER LA LUNGA VITA DEI MAESTRI

Celebreremo la cerimonia della Dakini Tensciug, associata all’offerta dello Tsog, per propiziare la lunga vita dei nostri Maestri. È di grande importanza compiere queste pratiche, facendo richiesta al Maestro di rimanere a lungo e di continuare a dare insegnamenti per il beneficio degli esseri. Così facendo, si creano le cause per la lunga vita e per continuare ad avere la relazione col proprio Guru.

 

13 - 21 AGOSTO 2016
RITIRO DI MAHAMUDRA - CANCELLATO

Condotto dal Ven. Tenzin Khenrab Rinpoche - II parte

La meditazione di Mahamudra (“Grande sigillo”) è una pratica che permette di realizzare la vacuità avendo come oggetto la natura della propria mente. Tramite stadi progressivi di meditazione, la mente arriva a concentrarsi su se stessa, vedendone la natura chiara e luminosa e su questo si applica la visione superiore di vacuità. 

Il ritiro sarà organizzato in diverse sessioni, mattutine e pomeridiane, nelle quali si alterneranno le indicazioni di Rinpoche alle sedute di meditazione.

RITIRO DI AGOSTO CANCELLATO

 

21 - 22 OTTOBRE 2016
INSEGNAMENTI DI SUA SANTITÀ IL DALAI LAMA

Insegnamenti di Sua Santità il XIV Dalai Lama

TORNA A MILANO SUA SANTITÀ IL XIV DALAI LAMA CON IL SUO MESSAGGIO DI PACE E DI ETICA UNIVERSALE

Siamo molto lieti di informarvi che, su invito della nostra Guida Spirituale, il Ven. Thamthog Rinpoche, e del nostro Maestro residente, il Ven. Tenzin Khenrab Rinpoche, Sua Santità il XIV Dalai Lama sarà a Milano il 21 e 22 ottobre, per dare i Suoi preziosi insegnamenti.
L’evento si svolgerà presso la Fiera di Rho (MI) e il programma delle due giornate sarà il seguente:

Venerdì 21 ottobre – mattina e pomeriggio
Insegnamenti: Commentario alla Lode all’Interdipendenza e a I Tre aspetti principali del sentiero, di Lama Tsong Khapa

Sabato 22 ottobre – mattina
Insegnamenti: Iniziazione di Avalokitesvara

Sabato 22 ottobre - pomeriggio
Conferenza pubblica: La Fonte dell'autentica Felicità

 

Seminars: February - August 2015

Versione Italiana

February 14th – 15th
The wheel of sharp weapons

Teachings by Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

This teaching is a commentary on the text The Wheel of Sharp Weapons Effectively Striking the Heart of the foe, composed by the great Yogi Dharmaraksita in his retreat in the jungle. Here, the foe refers to the self-cherishing attitude and to the self-grasping mind, which are explained to be the root of all afflictions; as this work shows in details, sentient beings are compelled by these two to create manifold non virtuos actions, whose result is suffering. Through the understanding of this and the application of the antidotes of the conventional and ultimate mind of Bodhicitta we can liberate ourselves and the others from the cyclic existence.

Saturday and Sunday, 2.00 pm.

 

February 22nd
Losar

Celebration of Tibetan new year

 

The actual Tibetan new year's day is Thursday February 19th, when the wood – sheep 2142 year will begin.

On Sunday we will meet together in order to pray for the long life of our Masters and the diffusion of Dharma, as well as to celebrate and bid wishes. 

Sunday, 8.00 am, puja; 12.00 am Tibetan lunch.
Those who want to take part in the lunch are kindly requested to make the reservation at the Institute's Office.

 

February 28th
Commentary on Nagarjuna’s Letter to a friend

Teachings by Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

This text was written by Pundit Nagarjuna to his friend Decho Sangpo, and contains a deep explanation on the whole Buddhist path to enlightenment and precious advice on how to integrate it with the daily life.

Saturday, 2.00 pm.
 

March 1st
The ten innermost jewels of Kadampa

Teachings by Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

These ten point make up the frame of the practice of the Kadampa a tradition of pure Masters and practitioners, which set off in Tibet after Atisha. They are subdivided into three general categories: four trusting acceptances, three vajra convictions and three mature attitudes, which altogether help us to get over the eight worldly concerns and to make our practice of Dharma pure.

Sunday, 2.00 pm.

 

March 14th – 15th
Emptiness and interdependence

Teachings by Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

There is a close, mutual relationship between emptiness and interdependence; they are the nature of every existing phenomenon. Through the understanding of interdependence of phenomena we can realize emptiness, and being aware of their empty nature, we can comprehend that phenomena do exist, but only dependently.

Saturday and Sunday, 2.00 pm.

 

March 28th – 29th
Commentary on the Sutra of Heart

Teachings by Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

This very famous speech of Buddha Shakyamuni contains the essence of the explanations of the Prajnaparamita (the Perfection of Wisdom), which deals with all the several categories of phenomena, as well as with the person himself, explaining how all of them are empty of inherent nature.

Saturday and Sunday, 2.00 pm.

 

April 11th – 12th
Initiation of Guhyasamaja

Teachings by Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Guhyasamaja is called “the King of Tantra” and is a manifestation of Akshobhya. His practice belongs to the father tantra in the Mahanuttarayoga, the highest class of tantra, and implies the pledge of the recitation of the six – sessions Guruyoga daily.

Saturday and Sunday, 2.00 pm.

 

 

May 1st to 3rd
Retreat on Shi.ne.

Teachings by Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

During these days we will try to apply to the meditation on calm abiding through the application of the eight antidotes against the five obstructions, in order to achieve a concrete experience in the practice of concentration.

Friday to Saturday: 9.30 am – 12 am; 14.00 pm – 17.00 pm.
Sunday, 9.30 am - 2.00 pm. 

 

 

May 16th – 17th
Death, intermediate state and rebirth

Teachings by Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Sentient beings endlessly go without freedom through these three moment, from life to life. In order to break the chain of the conditioned existence it is important to know how they take place and how to transform them into a practice to enlightenment.

Saturday and Sunday, 2.00 pm.

 

May 30th to June 2nd
Retreat on Vajrasattva

Teachings by Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

Due to the innumerable non virtuous actions that, driven by the mental afflictions, we have done in this life and in the previous ones, we are bearer of countless negative imprints. These in turn can ripen in results of suffering and bad rebirths, hinder our understanding of the aspects of the Path and prevent us from achieving realizations in it.

For these reasons, purification of negativities is extremely important, and it can be done through the application of the four opposing factors, in combination with the meditation on Vajrasattva and the recitation of his hundred-syllables mantra.

Saturday, Sunday and Monday: 9.30 am – 12.00 am; 14.00 pm – 17.00 pm.
Thursday: 9.30 am– 12.00 am.

 

June 14th
Dakini Tenshug

Ceremony for the long life

In order to remove the obstacles to the long life of our Masters, we will celebrate together the traditional ceremony, invoking on them the blessings of the Dakini, so that we can never be parted from the presence of our spiritual Guides.

Sunday, 9.30 am.

 

August 1st to 19th - Ghe Pel Ling, Milan
Shar Gom retreat

Teachings by Ven. Lama Tenzin Khenrab Rinpoche

The usual summer retreat this year will be focused on practice of the wisdom of the view of emptiness, in combination with the calm abiding mind.

As usual, every day there will be morning and afternoon sessions, during which the lectures will be alternated with meditative sessions

The retreat will take place at Ghe Pel Ling.

 

Seminari e Ritiri: 2017

SABATO 28 GENNAIO 2017
Addestramento mentale in Otto punti

Insegnamenti del Ven. Thamthog Rinpoche

Questo breve, ma straordinario testo, scritto da Ghesce Langri Tangpa (1054-1123) contiene delle istruzioni dirette, chiare, concise sulle tecniche per eliminare il proprio egocentrismo - l’ostacolo principale all’Illuminazione – usando soprattutto il metodo di scambiare gli altri con sé stessi, sviluppando gentilezza, buon cuore, compassione, fino ad arrivare alla generazione della mente altruistica di Bodhicitta, unendo poi questa alla comprensione della vacuità.

 

DOMENICA 29 GENNAIO 2017
Iniziazione di Manjusri bianco

Insegnamenti del Ven. Thamthog Rinpoche

Manjushri è l’emanazione della saggezza di Buddha. La sua pratica ci aiuta a rimuovere l’ignoranza e, in particolare, questa manifestazione pacifica di colore bianco ha il potere di rafforzare la memoria. Per ricevere questa iniziazione, è opportuno nel giorno della cerimonia, non assumere carne (incluso il pesce e le uova) e altri cibi considerati “neri” (cipolla, aglio, ravanelli…).

  

4 - 5 MARZO 2017
I tre aspetti del sentiero

Insegnamenti del Ven. Tenzin Khenrab Rinpoche

I Tre Aspetti Principali del Sentiero è un breve ma straordinario testo nel quale Lama Tsong Khapa (filosofo e meditatore tibetano del XIV secolo) presenta i punti principali del sentiero Buddhista Mahayana: la rinuncia alla sofferenza dell’esistenza condizionata, la mente altruistica dell’Illuminazione e la visione corretta della natura ultima dei fenomeni. Il testo rappresenta un percorso di crescita interiore nel quale l’individuo inizia a prendere coscienza di sé e della propria natura, per poi aprirsi agli altri, superando sia i propri egoismi sia le visioni erronee della realtà, che sono le origini di ogni sofferenza e disagio interiore.

 

18 - 19 MARZO 2017
COMMENTARIO AL GURUYOGA IN SEI SESSIONI

Insegnamenti del Ven. Tenzin Khenrab Rinpoche

È detto che il Guruyoga è la vita del sentiero. Poiché il Guru è Colui che trasmette gli insegnamenti che conducono all’Illuminazione, la sua gentilezza è incomparabile ed egli deve essere visto come un Buddha, supremo campo di meriti per l’accumulazione e la purificazione.

Inoltre, avendo ricevuto un’iniziazione nel Supremo Yoga Tantra, il discepolo prende diversi voti. Questi devono essere strettamente osservati al fine di non venir meno agli impegni presi davanti al Guru Vajra e all’Assemblea di Buddha e Bodhisattva.

Al fine di praticare correttamente il Guruyoga e di osservare tutte le promesse e gli impegni, c’è questa pratica che deve essere recitata sei volte al giorno e aiuta il praticante a mantenere pura la propria moralità.

Il corso è riservato solo a coloro che hanno ricevuto un’iniziazione nel Mahanuttarayogatantra.

 

1 - 2 APRILE 2017
Iniziazione di Yamantaka Eroe Solitario 

Condotto dal Ven. Tenzin Khenrab Rinpoche

La pratica di Yamantaka (Dor.je Jig.ce in tibetano) è un metodo estremamente potente che appartiene al tantra padre della Classe tantrica dello Yoga Supremo. Yamantaka è una divinità che è l’aspetto irato di Manjusri, la manifestazione della saggezza di Buddha. Appare in questo aspetto per disperdere gli ostacoli alla nostra pratica, che sono originati dalla nostra stessa ignoranza. Per ricevere questa iniziazione è necessario assumere l’impegno della pratica quotidiana del Guruyoga per sei sessioni per tutta la vita.

 

15-16-17 APRILE 2017
Meditazione in undici punti di Bodhicitta

Insegnamenti del Ven. Tenzin Khenrab Rinpoche

La mente di Bodhicitta, fulcro del sentiero Mahayana, è una mente straordinaria, la causa dell’Illuminazione, che porta innumerevoli vantaggi, caratterizzata da amore e compassione illimitate ed equanimi verso tutti gli esseri senzienti. Colui che l’ha generata, il Bodhisattva, è chiamato “Figlio dei Buddha” ed è animato costantemente solo dal desiderio di liberare tutti gli esseri dal samsara. Esistono diverse tecniche di meditazione per generare questa mente. Quella che verrà commentata, combina in un unico processo la tecnica chiamata scambiare sé stessi con gli altri con quella in sette punti di cause e effetto ed è stata sviluppata da Lama Tzong Khapa. 

 

29-30 APRILE e 1 MAGGIO 2017
Ritiro di Vajrasattva

Condotto dal  Ven. Tenzin Khenrab Rinpoche

La purificazione è una delle pratiche più importanti del sentiero buddhista. Questo perché, a causa della nostra ignoranza e delle afflizioni, nelle nostre vite passate e in quella presente abbiamo accumulato un enorme quantitativo di azioni non virtuose, che lasciano impronte negative nel nostro continuum mentale. Queste, a loro volta, possono maturare un risultato di sofferenza. Oltre a ciò, le negatività ci impediscono di ottenere le realizzazioni e la chiara comprensione. Per queste ragioni, è necessario purificare le negatività tramite l’applicazione di antidoti appropriati.

Nel ritiro eseguiremo insieme il processo della meditazione di purificazione, seguendo la pratica di Vajrasattva (Dor.je Sempa in tibetano), l’emanazione della purezza di tutti i Buddha, insieme alla recitazione del mantra delle cento sillabe.

Il ritiro sarà articolato in diverse sessioni, al mattino e al pomeriggio, che comprenderanno gli insegnamenti, la meditazione e la recitazione del mantra di purificazione.

 

 

13 - 14 MAGGIO 2017
APPROFONDIMENTO SUL CONCETTO DI VACUITÀ

Insegnamenti del Ven. Tenzin Khenrab Rinpoche

Il sentiero buddhista comprende due aspetti, l’aspetto del metodo che consiste nelle pratiche di accumulazione di virtù e meriti e l’aspetto della saggezza che consiste nella realizzazione della realtà ultima di tutti i fenomeni, la loro natura di vacuità. Senza la comprensione della vacuità non è possibile ottenere la liberazione del samsara. La vacuità va realizzata attraverso numerosi ragionamenti e meditazioni. Rinpoche ci guiderà nella diverse spiegazioni e metodi per meditare sul concetto di vacuità.

 

 

2-3-4 GIUGNO 2017
Morte, bar.do e rinascita

Insegnamenti del Ven. Tenzin Khenrab Rinpoche

La morte, il bar.do (lo stadio intermedio fra due vite) e la rinascita sono i tre passaggi cruciali che caratterizzano la nostra esistenza. Poiché la nostra vita è impermanente, presto o tardi finirà e dovremo affrontare il momento della morte, quando tutto ciò che abbiamo ora, inclusi gli amici e persino il nostro corpo, dovrà essere lasciato. Solo la continuità sottile della nostra mente proseguirà, entrando nello stadio intermedio, bar.do, dove sarà spinta alla ricerca di una nuova rinascita.

Ogni essere senziente attraversa questo processo da un tempo senza inizio, spinto dalla forza del karma e delle afflizioni, senza possibilità di scelta. Per questa ragione, è molto importante, ora che ne abbiamo la possibilità, conoscere come avvengono questi passaggi e imparare cosa deve essere fatto in questa vita al fine di essere preparati ad affrontarli adeguatamente. 

 

17 GIUGNO 2017
Iniziazione di Tara Bianca 

Insegnamenti del Ven. Tenzin Khenrab Rinpoche

Yishin Korlo (Tara Bianca) rappresenta l'energia illuminata femminile, si manifesta con l'aspetto di una divinità pacifica, di colore bianco, che ha il potere di disperdere le interferenze alla longevità dei praticanti. 

 

18 GIUGNO 2017
Dakini Tenshug - Puja di lunga vita

Dedicata alla lunga vita dei Maestri Ven. Thamthog Rinpoche e Ven. Tenzin Khenrab Rinpoche

Incontrare un Maestro che insegni il puro Dharma è un'opportunità rara e preziosa che non avviene a caso ma è il risultato di cause virtuose, che vanno continuamente coltivate e dedicate alla sua lunga vita. In questo modo, la relazione rimane stabile e duratura. Con questa cerimonia si accumulano meriti e si fanno richieste alle Dakini affinché la vita del Maestro sia stabile e duratura. 

 

5 - 13 AGOSTO 2017
MAHAMUDRA

Condotto dal Ven. Tenzin Khenrab Rinpoche

Tutte e quattro le grandi tradizioni che si sono sviluppate in Tibet (Nygma, Sakya, Kagyu e Ghelug) contengono insegnamenti e pratiche che provengono da Buddha Sakyamuni e dai grandi maestri indiani come Nagarjuna.

Pertanto, è possibile affermare che in Tibet il Buddhismo si è conservato puro e integro fino ad oggi, sia nella dottrina dei Sutra, sia nel TantraInoltre, oltre alla ricca e pura tradizione di Sutra e Tantra, vi si trova un insegnamento eccezionale, che è l'essenza di entrambi i veicoli. 

Questa essenza prende diversi nomi, in accordo alle scuole che la espongono. Per i Nygmapa è lo “Dzogchen”, per i Kagyupa è “La Mahamudra originata da Marpa e Milarepa”. Infine, per i Ghelugpa vi è una specifica tradizione della “Mahamudra Ghelugpa.” Quest'ultimo insegnamento si articola in diversi punti principali, tra cui:

- accumulazione dei meriti e purificazione delle negatività
- riconoscere la mente
- riconoscere la natura della mente
- identificazione della mente con il metodo unificato di Sutra e Tantra

È un insegnamento di grande preziosità e rarità.

 

2 – 3 DICEMBRE 2017
Iniziazione del Buddha della medicina
Iniziazione di Tara Bianca 

INSEGNAMENTI DEL VEN. TENZIN KHENRAB RINPOCHE

Il Buddha della medicina è una manifestazione dell’Essere illuminato che appare come colui che guarisce dalle malattie dei difetti mentali e da quelle fisiche. Di colore blu lapislazzuli, regge una ciotola da elemosina colma di nettare medicinale. Come risultato temporaneo, la pratica di questa Divinità aiuta a lenire la sofferenza della malattia, mentre da un punto di vista ultimo ci permette di eliminare definitivamente le afflizioni mentali.

Tara bianca è una Divinità femminile la cui meditazione aiuta il praticante a rimuovere le cause di morte prematura, al fine di ottenere la longevità per poter praticare il Dharma per il beneficio degli esseri senzienti.

"La verità convenzionale viene trovata da una mente convenzionale che analizza.
La verità ultima viene trovata da una mente ultima che analizza."
Ven. Tenzin Khenrab Rinpoche

Ghe Pel Ling - Istituto Studi di Buddhismo Tibetano

Guida Spirituale e Direttore: Ven. Thamthog Rinpoche
Maestro residente: Ven. Tenzin Khenrab Rinpoche 
Associato all'Unione Buddhista Italiana

Via Euclide,17 (MM1 Villa SG) - 20128 Milano
Tel +39 02 2576015 / Fax +39 02 27003449
www.ghepelling.com / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.