Meditazione e benessere

Registrazione per aderire al progetto di ricerca e ricevere il questionario 




 

 

La pratica della meditazione ha numerosi effetti positivi sul benessere dei praticanti.
I ricercatori hanno stabilito un’associazione positiva tra meditazione ed un vasto insieme di misure.

1. Cosa caratterizza le persone che decidono volontariamente di praticare la meditazione?

2. Per quale ragione alcuni meditatori continuano a partecipare alle attività di meditazione, mentre altri abbandonano?

Questo studio è possibile solo grazie al tuo insostituibile aiuto Il questionario predisposto per questo studio include domande sulla meditazione, sul benessere, sul contesto sociale ed economico di chi risponde. Le risposte sono fornite in via confidenziale e solo lo staff dello studio avrà accesso ai dati completi del questionario. Tutte le informazioni individuali saranno rimosse dai dati utilizzati nelle analisi basate su questo questionario.

Meditazione e Benessere

L'Istituto Ghe Pel Ling sta collaborando con l’Università di Trento a uno studio sul benessere di chi pratica la meditazione.
I ricercatori hanno stabilito un'associazione positiva tra meditazione e benessere. Ad esempio, si è stabilito che i praticanti della meditazione esibiscono inferiori livelli di stress, sono capaci di maggiore concentrazione, sono meno influenzati dalle reazioni emotive e sono coinvolti in relazioni che considerano più soddisfacenti.

All'interno di questo progetto è stato preparato un questionario utile a conoscere ed esaminare le caratteristiche di chi medita con una metodologia scientifica.

Il questionario è rivolto a chi frequenta o ha frequentato in passato l’Istituto Ghe Pel Ling (anche se solo per un breve periodo) e può essere compilato via web in circa 20 minuti.

Le risposte sono fornite in via confidenziale e sono tutte facoltative. Solo lo staff dello studio avrà accesso ai dati completi del questionario.

I dati raccolti vengono trattati con la massima riservatezza. All'indirizzo email utilizzato per contattarti sarà associato un numero identificativo. Il tuo indirizzo email sarà rimosso dai dati analizzati dai ricercatori. In questo modo chi analizza i dati non conosce l'indirizzo email di chi ha fornito le risposte, ma solo il numero identificativo.

Se sei interessato a partecipare al questionario manda una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Lo scopo di questo studio

Con questo studio cerchiamo di perseguire due obiettivi:

1. cosa caratterizza le persone che decidono volontariamente di praticare la meditazione? Da quali credenze e da quali aspettative sono guidati? Come affrontano le prescrizioni della mindfulness nelle loro vite quotidiane?

2. per quale ragione alcuni meditatori continuano a partecipare alle attività di meditazione, mentre altri abbandonano? Abbandonano perché hanno ottenuto i risultati che desideravano? Oppure abbandonano all’opposto perché non riconoscono i risultati che si attendevano? Oppure ancora trovano difficile adattare le prescrizioni della meditazione alla loro vita quotidiana?

L'importanza del tuo aiuto

Questo studio è possibile solo grazie al tuo insostituibile aiuto ed a quello del Ghe Pel Ling. I visitatori del centro saranno invitati a compilare un questionario online.

La partecipazione è completamente volontaria e i partecipanti sono liberi di non partecipare allo studio, di non rispondere ad una parte delle domande, o di ritirarsi dopo aver iniziato la compilazione del questionario. Senza necessità alcuna di fornire motivazioni.

Il questionario predisposto per questo studio include domande sulla meditazione, sul benessere, sul contesto sociale ed economico di chi risponde.

Le risposte sono fornite in via confidenziale e solo lo staff dello studio avrà accesso ai dati completi del questionario. Tutte le informazioni individuali saranno rimosse dai dati utilizzati nelle analisi basate su questo questionario.

Ai visitatori del centro che partecipano allo studio verrà inoltre proposto di compilare anche alcuni brevi questionari di follow-up in futuro.


FAQ

Q. Come utilizzerete i dati raccolti?

A. In primo luogo lo staff dello studio rimuoverà dai dati raccolti le informazioni che possono identificare la persona che ha fornito le risposte. In secondo luogo utilizzeremo questi dati, resi anonimi, per condurre analisi statistiche. I risultati di queste analisi potrebbero apparire in pubblicazioni scientifiche.

 

Q. Posso vedere i risultati dello studio?

A. Certamente. Chi fosse interessato a ricevere informazioni sui risultati e su eventuali pubblicazioni ci può contattare in ogni momento. Faremo il possibile per soddisfare le sue richieste.

 

Q. Lo studio continuerà anche in futuro?

A. Sì,  al momento chiediamo a chi ha partecipato alla compilazione del questionario il permesso di proporre un secondo questionario in futuro. Ovviamente la partecipazione rimane volontaria e non è presente alcun obbligo.

 

Q. Posso rifiutarmi di rispondere?

A. Assolutamente sì. La partecipazione è volontaria. Puoi rifiutarti di rispondere ad una domanda, oppure se preferisci puoi rifiutarti di partecipare. Puoi anche liberamente smettere di compilare il questionario dopo aver iniziato a compilarlo.

 

Q. Posso chiedere la cancellazione delle mie risposte.

A.Si’. Mettendoti in contatto con la persona responsabile della privacy e del trattamento dati di questo studio puoi chiedere in ogni momento che le tue risposte vengano cancellate.

 

Q. Come proteggete la riservatezza delle risposte che vi invio?

A. Il responsabile del trattamento dati, una volta raccolte le risposte, elimina dai dati tutti i riferimenti che possono identificare chi li ha forniti. Le informazioni di contatto vengono archiviate separatamente dalle risposte al questionario. Solo per poter invitare i partecipanti che hanno dato la disponibilità’ a partecipare anche al questionario di follow-up. I ricercatori che analizzeranno i dati raccolti non avranno modo di risalire a chi li ha forniti.

 

Q. Chi ha accesso ai dati raccolti?

A. Solamente il responsabile del trattamento e lo staff dello studio avranno accesso ai dati raccolti nella loro interezza.

 

Q. Chi è responsabile dello studio?

A. Il gruppo di ricerca Social Informatics del Dipartiimento di Informatica ed Ingegneria dell’Informazione dell’Università’ di Trento ed il centro Ghe Pel Ling.

 

Q. Chi e’ responsabile del trattamento dati e della privacy?

A. Il Dipartimento di Informatica ed Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Trento.

 

Iscrizioni

L'Istituto Studi di Buddhismo Tibetano Ghe Pel Ling è un'associazione confessionale senza scopo di lucro. l'accesso alle attività dell'associazione è riservato ai soci. Chiunque può diventare socio dell'Istituto, facendone domanda e versando la quota associativa di 50 Euro, della validità di un anno.

Il versamento può essere effettuato direttamente alla segreteria dell'Istituto, oppure tramite bonifico bancario su:

UniCredit Banca P.le Loreto
IBAN IT97C0200801622000004714119

oppure tramite

c/c postale 85612380

intestati a Istituto Ghe Pel Ling, specificando la causale: "Rinnovo iscrizioni" e il vostro Nome e Cognome.

Le spese di organizzazione e gestione dei corsi vengono ripartite fra i soci che di volta in volta vi partecipano, in misura fissa: 20 Euro a lezione per i Seminari e 7 Euro a lezione per i Corsi continuativi.

La Segreteria è aperta dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.30 - 12.00 e dalle 14.30 - 18.00 e risponde al numero 02 2576015. 

Meditazione e Azione

Progetto Meditazione e Azione

L'obbiettivo di questo progetto è quello di aiutare persone di qualsiasi provenienza  che versano in particolari situazioni di disagio sociale, psichico, fisico e materiale, a gestire le loro difficoltà con il sostegno di tecniche meditative, degli insegnamenti della filosofia Buddista tibetana.
 
Attualmente il progetto Meditazione e Azione è presente presso:
 
- Casa circondariale di Milano San Vittore
- Casa di reclusione di Vigevano
- Casa di reclusione di Sondrio
 
Per ulteriori informazioni contattare la segreteria del Ghe Pel Ling.

Ghe Pel Ling ONLUS

 

Fra gli scopi dell’Istituto Ghe Pel Ling, in accordo alla motivazione altruista Mahayana, vi sono i progetti di solidarietà, il cui obiettivo è di portare aiuto concreto a persone e popolazioni bisognose. Per questo, nel luglio del 2006 è stata creata la Ghe Pel Ling ONLUS, il cui compito è quello di gestire i programmi di solidarietà già avviati e di promuoverne altri.

In Tibet, il progetto "Salviamo la cultura tibetana", ha portato alla costruzione di una scuola-ostello per 160 bambini e si occupa del funzionamento della scuola e del mantenimento agli studi di 315 alunni.

Il progetto "Un ospedale per il popolo di Litang" ha consentito, invece, di ristrutturare e ampliare il preesistente ospedale, dotandolo di una sala operatoria e medicinali adeguati, garantendo un'adeguata assistenza sanitaria ai 70.000 abitanti della zone.

Il progetto "Un amico sul tetto del mondo", consente l'adozione a distanza di monaci tibetani nei monasteri di Sera e Drepung nel sud dell'India.

In India, invece, sono attivi un progetto di "Adozioni a distanza", di bambini e giovani profughi tibetani in India e il progetto "Una scuola vacanza" per bambini e profughi in India.

Per ulteriori informazioni ed eventuali adesioni ai progetti, consultare il sito della Ghe Pel Ling Onlus www.ghepellingonlus.com.

PROGETTI DI SOLIDARIETÀ

Una scuola per i giovani Monaci di Dharamsala


Il progetto desidera realizzare una scuola elementare e media inferiore per i piccoli monaci, circa 100 bambini, all'interno del monastero di Namgyal, tradizionalmente appartenente al lignaggio personale di Sua Santità il Dalai Lama, situato nell'India Nord Occidentale, sulle colline di Dharamsala, dove Sua Santità vive da quando è costretto all'esilio.

Maggiori informazioni

Adozione a distanza di monaci tibetani nei monasteri di Sera e Drepung in India


Nel corso degli anni i monasteri di Sera e Drepung in India hanno continuato a svilupparsi unicamente grazie alle donazioni dei profughi stessi ed ai contributi di tutti coloro che nel mondo hanno preso a cuore la preservazione delle cultura Tibetana.La Ghe Pel Ling ONLUS da tempo ha iniziato un progetto di adozione a distanza dei monaci residenti nei monasteri in India.

Maggiori informazioni

Adozioni a distanza di bambini e giovani profughi tibetani in India


Il progetto è volto al sostegno dei bambini e dei giovani che continuano ad arrivare in India lasciando il Tibet per poter studiare secondo la tradizione tibetana. Il sostegno viene donato direttamente al giovane adottato o al suo responsabile e serve per coprire tutte le spese necessarie all'istruzione e al sostegno quotidiano.

Maggiori informazioni

Una scuola vacanza per bimbi e ragazzi profughi in India


Durante i due mesi di vacanza a cavallo del capodanno tibetano, alcuni monaci dei monasteri di Sera, Drepung e Ganden organizzano, presso i monasteri stessi, una scuola dove i giovani studenti posso approfondire lo studio della cultura, della lingua e della spiritualità tibetana. La Ghe Pel Ling Onlus ha deciso di appoggiare questo progetto.

Maggiori informazioni

Sei qui: Home Chi Siamo Home Chi Siamo
"La verità convenzionale viene trovata da una mente convenzionale che analizza.
La verità ultima viene trovata da una mente ultima che analizza."
Ven. Tenzin Khenrab Rinpoche

Ghe Pel Ling - Istituto Studi di Buddhismo Tibetano

Guida Spirituale e Direttore: Ven. Thamthog Rinpoche
Maestro residente: Ven. Tenzin Khenrab Rinpoche 
Associato all'Unione Buddhista Italiana

Via Euclide,17 (MM1 Villa SG) - 20128 Milano
Tel +39 02 2576015 / Fax +39 02 27003449
www.ghepelling.com / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.